Dakar Tappa 4 : Vittoria di Van Beveren e Loeb. Eugenio Amos quinto nelle auto

2018-01-10 16:38
Una splendida spiaggia con i piloti schierati in linea, 100 km di dune di ogni dimensione e canyon insidiosi sono stati il teatro della 4° speciale: un anello intorno a Suan Juan de Marcona d 330 km di speciale e 14 km di trasferimento.

La Gara
Adrien Van Beveren ha firmato una giornata perfetta. Il francese della Yamana ha vinto la speciale ed è balzato in testa alla classifica, scalando ben 7 posizioni. La tappa ha visto il ritiro di Sam Sunderland. Nella caduta il pilota KTM si è procurato una lesione alla schiena ed è stato elitrasportato all’ospedale di Lima. Yamaha ha centrato una doppietta con Xavier de Soultrait, mentre Matthias Walkner ha chiuso terzo.
Nelle auto tripletta Peugeot con Sébastien Loeb davanti a Carlos Sainz e Stéphane Peterhansel.
É stato un incubo per Nasser Al-Attiyah che si è fermato due volte, perdendo quasi un’ora. Da segnalare anche il ritiro dello Special Two, André Villas Boas.
Nei quad, la vittoria di Sergey Karyakin ha messo uno stop al dominio di Ignacio Casale. Eduard Nikolaev (Kamaz) ha centrato la 3a vittoria consecutiva e consolida la testa della classifica davanti a Federico Villagra.
Nei SxS Camelia Liparoti cha chiuso ottava.

Performance del giorno
La bellissima prova di Eugenio Amos (2WD) non è passata inosservata. Quinto dietro le Peugeot e la Mini di Mikko Hirvonen, l’italiano è balzato al sesto posto della generale. “la chiave di oggi? partire appena un po’ indietro rispetto alla nostra fila e sfruttare la discesa naturale. Siamo così riusciti a conquistare la testa della nostra batteria e a mantenerla per tutta la corsa. Questo ci ha permesso di affrontare al meglio i 100 km di fesh fesh. Sono molto contento, non mi sarei mai aspettato di essere sesto della generale alla quarta tappa!”.

Giornata no
A differenza dei suoi compagni di squadra, Cyril Despres ha vissuto una giornata da incubo. Il francese della Peugeot ha perso la ruota posteriore dopo aver urtato contro una roccia. Secondo della generale al termine della tappa 3 e vincitore della tappa 2, Despres ha dovuto aspettare il team di assistenza per riparare i danni prima di riprendere la corsa.

Statistica del giorno
Con 10 vittorie di tappa nelle 3 edizioni del Dakar, Sébastien Loeb si conferma un pilota estremamente veloce. Per l’alsaziano il meglio deve ancora venire, considerato che non è uno specialista della sabbia. In Argentina arriveranno le piste a lui più favorevoli.

Dichiarazione del giorno
Antonio Cabini –Giulio Verzelletti (Team Orobica): “Non ricordo una Dakar così dura, neanche in Africa. Per mezzi come i nostri, il percorso era davvero proibitivo. Abbiamo passato due notti nel deserto e questa mattina non abbiamo potuto prendere il via per poco. 30 Un vero peccato, ma questa è la Dakar!”

Abbandoni
Alla fine della 4° tappa oltre 50 mezzi (21 moto, 24 auto, 2 Sxs, 4 camion, 1 quad) hanno abbandonato la corsa, tra questi anche i 3 equipaggi del Team Orobica e Stefano Marrini.

Gli Italiani
Giornata dolce amara per gli italiani sulla Dakar. La soddisfazione per il fantastico 5° posto di Eugenio Amos si è trasformata in amarezza per il ritiro dell’equipaggio di Stefano Marrini e Maurizio Nassi per rottura al motore quando mancavano pochi chilometri alla fine della 3° speciale e il ritiro dei 3 equipaggi del Team Orobica con Giulio Verzelletti, Antonio Cabini ed i figli Carlo e Raffaella, Nicola Montecchio, Beppe Fortuna, Paolo Calabria e Loris Calubini. “Un vero peccato”, ha commentato Calabria, ma con questi mezzi le insidiose dune del deserto di Ica si sono trasformate in una sfida veramente estrema. Con il nostro Unimog era impossibile. Per questo insieme a Loris stiamo sviluppando un camion per la prossima Dakar”.
“Avevamo fatto un’ottima prova quando la macchina si è fermata a pochi chilometri dalla fine della speciale”, ha commentato Stefano Marrini, “un vero peccato. Porto a casa le forti emozioni delle due notti trascorse nel deserto”.
Camelia Liparoti cha chiuso ottava nei SxS.
Nelle moto, Alessandro Botturi continua la sua corsa regolare e ha chiuso 23° a 20’20” da Van Beveren. Ottima prova per Jacopo Cerutti, 33° a 39’59” dal vincitore. Maurizio Gerini si è adatto bene al ritmo della gara ed ha chiuso 42°, con il compagno del team Solaris, Fausto Vignoa 75°. Bene anche Alessandro Ruoso 52°. 82° Livio Metelli, 108° Alberto Bertoldi, terzo pilota del team Garda Bikers.

LA DAKAR IN TV In Italia è possibile seguire la corsa tutte le sere su Eurosport alle 23:30 con 30 minuti dedicati alla gara e alle ore 21 all’interno della trasmissione Epic Rally Raid di Giorgio Bungaro sul canale 154 del Digitale Terrestre.

Source: MG communication

Click here to visit our forums to discuss this story

Headlines